Domenica, 25 Agosto 2019

    Rapina alla sala slot, in manette anche il secondo complice In evidenza

    Rapina aggravata in concorso e possesso di pistola. Sono questi i reati di cui dovrà rispondere il 38enne incensurato, originario di Martina Franca, ritenuto responsabile di quanto avvenuto il 5 gennaio scorso presso una sala slot nella cittadina della provincia di Taranto. Quel giorno tre uomini, di cui due con il volto travisato da passamontagna ed uno armato di pistola, dopo aver fatto irruzione all’interno del centro scommesse si sono impossessati di circa 9mila euro in contanti che si sono fatti consegnare dall’impiegata alla cassa prima di dileguarsi a piedi per le vie limitrofe.


    Grazie alle immagini estrapolate dall’impianto di videosorveglianza del locale, i militari hanno rapidamente identificato di uno degli autori, un 39enne di Cisternino, che fingendosi un normale cliente, si era introdotto all’interno della sala scommesse qualche minuto prima per poi aprire la porta ai due complici. I successivi accertamenti hanno permesso inoltre di raccogliere elementi a carico del 38enne oggi arrestato. L’uomo, rintracciato presso la propria abitazione, è stato tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari. Sono tuttora in corso le indagini finalizzate all’individuazione del terzo complice e alla ricerca dell’arma utilizzata per commettere il reato.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati