Domenica, 15 Settembre 2019

    Topi d'appartamento a Paquetta, la Polizia blocca due uomini In evidenza

    Volevano approfittare della Pasquetta per mettere a segno uno o più furti, ma sono stati beccati dalla Polizia di Stato. A finire nelle maglie delle forze dell'ordine un bulgaro di 48 anni, fermato nella mattinata di ieri nei pressi di un noto centro commerciale, e un 42enne tarantino 'pizzicato' in via Principe Amedeo nel pomeriggio. Entrambi sono stati traditi dall'atteggiamento sospetto che hanno assunto appena si sono accorti della presenza della volante della Polizia.


    Il primo episodio si è verificato intorno alle 11 di ieri: un uomo a bordo di una Mercedes con targa straniera, alla vista dell’auto della Polizia ha cercato di allontanarsi velocemente, ma è stato fermato in via Speziale dopo un brevissimo inseguimento. Durante la perquisizione personale cui è stato sottoposto, è stato recuperato un coltello a serramanico con una lama di otto centimetri che il conducente della Mercedes custodiva nella tasca dei pantaloni. Mentre nel vano portaoggetti posto sotto il bracciolo nascondeva un bastone telescopico di circa 50 cm e nel bagagliaio due taglierini ed un manico d'ascia. L'uomo, un 48enne bulgaro, è stato accompagnato negli uffici della Questura e denunciato in stato di libertà per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

    Dopo qualche ora, intorno alle 16,00 in pieno centro cittadino, un altro equipaggio della sezione 'Volante', percorrendo via Principe Amedeo, ha notato un uomo che, dopo aver verificato di essere osservato, ha cercato di disfarsi di una borsa gettandola in un contenitore dei rifiuti, allontanandosi in tutta fretta. I polizotti hanno prima recuperato la borsa e dopo pochi istanti fermato l’uomo che cercava di allontanarsi. All’interno della borsa sono stati recuperati numerosi arnesi atti allo scasso e nelle tasche interne del giubbotto del fermato, un pregiudicato tarantino di 42 anni, numerose chiavi.

    Anche in questo caso, per l'uomo è scattata la denuncia per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e chiavi adulterate.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati