Lunedì, 19 Agosto 2019
    Redazione

    Redazione

    «Il vero problema di Teleperformance è tutto di tipo organizzativo e quanto emerso nel corso della conferenza stampa tenuta dal Direttore Generale, deve con forza essere rispedito al mittente».

    È inciampato procurandosi delle ferite al volto. È successo questa mattina ad un anziano signore su viale Magna Grecia all'incrocio con via Liguria. Stava attraversando la strada ma la pavimentazione dissestata dello spartitraffico ha determinato la brutta caduta dell'uomo.

    Nel decreto Ilva, approvato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro all’Ambiente Galletti e della ministra per lo Sviluppo Economico Guidi «non c'è traccia di un cambiamento di verso».  Si esprime in questi termini Aldo Pugliese, segretario generale della Uil di Puglia e di Bari-Bat.

    Si è svolto a Roma venerdì 11 luglio, un incontro nazionale Teleperformance nel corso del quale sono stati presentati i dati dell'Osservatorio Nazionale.

    Il presidente della Camera di commercio di Taranto, Luigi Sportelli, commenta positivamente l'elezione di Luca Lazzàro a presidente di Confagricoltura Taranto.

    «Sull'Ilva il Governo è riuscito a fare assai peggio di quanto si potesse immaginare. Dopo l'incomprensibile nomina del commissario Gnudi, ora questo decreto approvato all'acqua di rose rispetto alla bozza iniziale: ma la famiglia Riva siede in Consiglio dei Ministri?»

    Dopo la denuncia della Slp Cisl, inviata a mezzo stampa, riguardo il degrado degli uffici postali di Taranto, «arrivano, dopo meno di ventiquattro ore, le prime rassicurazioni relative ad un piano di interventi».

    Dopo un confronto tra i sindaci di Forza Italia, sulle ipotesi di candidatura per la prossima elezione del presidente della provincia di Taranto, la scelta è ricaduta all'unanimità sul sindaco di Massafra Martino Tamburrano.

    Un incendio è divampato, intorno alle 16, all'ex oleificio sulla Statale 106. La vecchia struttura, abbandonata, era già stata colpita in passato dalla tromba d'aria del 28 novembre del 2012.

    È il «portone dello scandalo», quello delle Poste Italiane su corso Vittorio Emanuele. «Rotto e pericolante oramai da mesi, senza che nessuno degli addetti si interessi della sua riparazione».

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati