Sabato, 16 Novembre 2019
    Redazione

    Redazione

     

    Nonostante il caldo, le foto degli amici che vanno al mare, c'è già chi pensa al Natale. L’amministrazione comunale di Taranto, con una nota, chiama a raccolta tutte le forze imprenditoriali e commerciali della città per regalare ai tarantini un grande Natale.

    Affidati i lavori che interesseranno la rete fognaria del quartiere Tamburi, della città vecchia e di San Vito, Talsano e Lama. Ad annunciarlo è il sindaco Rinaldo Melucci. Inizio dei lavori fissato per la fine di novembre.

    Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, potremmo dire che è andata meglio. Taranto si classifica all'80° posto su 104 realtà monitorate in Ecosistema Urbano 2019, il Rapporto annuale di Legambiente sulle performance ambientali delle città italiane, redatto con la collaborazione di Ambiente Italia e di Il Sole 24 ore. Lo scorso anno eravamo all’ottantaduesimo posto.

    Centinaia di metri cubi di materiale organico sono andate in fumo nel pomeriggio di ieri, domenica 27 ottobre, nell’impianto di compostaggio di rifiuti ‘Eden 94’ di Manduria. Immediato l’intervento di numerose squadre dei Vigili del Fuoco, che hanno domato le fiamme.

    Continua il momento di forma eccezionale del Bitonto, che resta al comando del girone H di Serie D grazie al netto successo per 3-0 ottenuto in casa del Brindisi.

    Una delle problematiche che rende spesso difficoltosa la viabilità di Taranto, con blocchi e rallentamenti del traffico veicolare, è rappresentata dalla circolazione di automezzi pesanti fuori dall’orario di scarico e carico. Per questo motivo la Polizia locale, che ha già controllato e sanzionato tre automezzi pesanti, proseguirà con i controlli anche nei prossimi giorni.

    Il tecnico del Gladiator, Pasquale Borrelli, è felice di quanto fatto dalla sua squadra: "Il Gladiator ha giocato un ottimo primo tempo ed una buona gara, abbiamo tenuto testa ad una delle squadre più forti del girone. Abbiamo pagato il primo gol, che ci ha penalizzato. È stata fatta comunque una bella figura, usciamo dal campo consapevoli di aver giocato a calcio ed è per noi motivo di orgoglio.

    “Non esiste un'idea di piano industriale del Paese senza la siderurgia. Noi siamo intenzionati a garantire la continuità produttiva, chiederemo all'azienda di rispettare il piano industriale e ambientale”: è quanto dichiarato dal ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, alla fine dell’incontro convocato al Mise per fare il punto sulla vicenda ArcelorMittal. A riferire la notizia è l’Ansa.

     “Realizzando oggi una Valutazione di Danno Sanitario di tipo preventivo, cioè considerando da subito lo scenario post Piano Ambientale al 2023, potremmo dimostrare se questo Piano Ambientale, che ricordo racchiude e conclude l’AIA, sia davvero compatibile con la salute umana”: a scriverlo su Facebook è il parlamentare del M5S, Giovanni Vianello, riferendosi alla vicenda ArcelorMittal.

    “Chiederemo al ministro Patuanelli che ci sia chiarezza sulle intenzioni del governo sul futuro di Taranto e degli altri stabilimenti dell’ex Ilva e di 20mila famiglie, ponendo fine alle dichiarazioni di esponenti della maggioranza in contrasto tra loro che stanno creando un clima di grande tensione e allarme tra i lavoratori diretti e dell’indotto”. Ad affermarlo è il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, che si incontrerà a breve col ministro dello Sviluppo economico, con il ministro per il Sud Provenzano ed alcuni parlamentari Cinque Stelle, insieme a Fiom e Fim.

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati