Mercoledì, 26 Giugno 2019
    Redazione

    Redazione

    Dare vita ad un sistema museale della Via Appia Antica che coinvolga quaranta comuni tra Roma e Brindisi. É questo l'ambizioso obiettivo cui stanno lavorando sinergicamente ben quattro regioni del Mezzogiorno i cui rappresentanti, nelle ultime ore, sono tornati a riunirsi nel capoluogo messapico. 
    La cancellazione dell'immunità penale è a metà del cammino. Con l'approvazione del 'decreto crescita'  il Movimento 5 Stelle porta a casa il primo round, ma non è ancora finita. La palla passa ora al Senato che dovrà votale il testo per decretarne la definitiva conversione in legge. E qui bisognerà stare attenti alle insidie che riservano i lavori parlamentari.
    Dall'assemblea nazionale di Federmeccanica svoltasi a Taranto, e per la precisione all'interno della stabilimento ex Ilva, arriva un monito al Governo giallo-verde: la smetta di giocare con il destino produttivo dell'Italia. A sferzare l'Esecutivo è il numero uno della Confindustria, Vincenzo Boccia: "Questo Governo - ha affermato - deve chiarire se vuole portare alla paralisi l'industria italiana oppure se pensa che la questione industriale sia centrale per il nostro Paese". Il riferimento è alla cancellazione della cosiddetta immunità penale contenuta nel 'decreto crescita'. 

     

    Diceva di doversi sottoporre ad un intervento chirurgico al ginocchio e pretendeva che la sua ex ragazza gli desse 500 euro. É questo lo sfondo che ha portato la Squadra Mobile di Taranto, nelle ultime ore, ad arrestare un 19enne per tentata estorsione in concorso.

    Si terrà nella sala Spagnola del Castello Aragonese, messa a disposizione dalla Marina Militare, il laboratorio di studio e restauro sulle tele settecentesche del pittore Carella, le quali decoravano i soffitti dei Palazzi Fornari e De Bellis in città vecchia. Il tavolo tecnico promosso dal Comune di Taranto a Palazzo di Città ha visto la partecipazione dell’assessore Ressa, del soprintendente architetto Maria Piccarreta, affiancata dalle restauratrici Chiara Puglisi e Luisa Rosato, e il comandante di vascello Carmelo Licciardello, ufficiale responsabile del Castello Aragonese, delegato dall’ammiraglio Salvatore Vitiello.

    Al via il corso di formazione destinato ai dipendenti Amiu di Taranto, i quali avranno la possibilità di diventare ausiliari ecologici e supportare così l’operato della Polizia locale nel controllo del territorio in materia ambientale. Il corso è organizzato dal comando ed è rivolto anche ai poliziotti locali degli altri comuni. Il personale interno al corpo svolge funzioni di istruttore.

    Il 24 giugno sono attesi a Taranto il vicepremier Luigi Di Maio e i ministri dell'Ambiente, della Salute e dei Beni Culturali, Costa, Grillo e Bonisoli. In quella data, infatti, tornerà a riunirsi il tavolo istituzionale del Cis dal quale ci si attende sostanziali novità in merito ai tanti progetti per la riqualificazione di Taranto già predisposti, ma il cui iter stenta ancora a decollare. 

    Tre pregiudicati pugliesi sono stati arrestati a Grottaglie dalla Polizia per aver rubato una Fiat Panda di proprietà di una società di autonoleggio in via Rapallo di San Francesco, un camper a Lama e un cellulare a Monteiasi.

    Oltre al più noto studio Sentieri, vi è un'altra indagine condotta sul terreno dell'epidemiologia che da diversi anni monitora lo stato di salute dei tarantini. Si tratta della ricerca Iesit II, al centro dell'ultima conferenza dei sindaci ionici in seno ad ASL di lunedì scorso.

    Quattro persone sono state arrestate dai Carabinieri di Taranto e trasferite nel carcere per i reati di usura aggravata e continuata in concorso ed estorsione aggravata e continuata in concorso, nell’ambito dell’operazione denominata ‘Prestito col cuore’. Si tratta di tre uomini, rispettivamente di 44, 47 e 51 anni, e di una donna di 48, tutti originari del capoluogo ionico. Durante l’esecuzione degli arresti sono stati rinvenuti e sequestrati 16.095 euro in contanti, che sono stati sequestrati. Le indagini erano partite nel settembre 2018. Secondo quanto accertato dai militari, i quattro fornivano soldi ad imprenditori edili in difficoltà per poi richiedere un elevato tasso d’interesse, pari ad oltre il 10% mensile (120% annuo).

    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati