Lunedì, 17 Giugno 2019

    Cimitero: dal 30 giugno esumazione di massa dei defunti

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio R.Ingenito

    Dal 30 giugno il Comune procederà all’esumazione ordinaria di massa dei defunti, quella che si esegue - per intenderci - dopo 10 anni quando ormai è completato il processo di mineralizzazione delle salme.


    L'esumazione riguarderà i campi 9-19-28-29-36 del cimitero San Brunone. L’elenco delle salme da esumare è presente all’interno del cimitero ionico. All’esumazione dei corpi possono prendere parte i familiari, i quali dovranno comunicare entro il 15 giugno al servizio cimiteriale le loro intenzioni sul luogo dove vorranno depositare i resti del proprio caro defunto.


    Se i parenti non dovessero esprimere nessun parere in merito, le salme saranno conservate d’ufficio nell’ossario comune. Le spese per conservare i resti in colombari, tombe private o loculi saranno a carico dei familiari, che dovranno anche pagare le tariffe di concessione dei manufatti cimiteriali.


    Inoltre, se al momento dell’esumazione dei corpi dovessero essere ritrovati oggetti personali o preziosi, i familiari potranno avvisare il responsabile del cimitero durante l’operazione. Gli oggetti saranno quindi consegnati agli aventi diritto e sarà redatto un verbale in duplice esemplare. Anche se non ci fosse alcuna richiesta immediata da parte dei parenti, gli oggetti rinvenuti saranno ugualmente conservati dalla direzione cimiteri, che per un anno li terrà a disposizione. Una volta scaduti i 12 mesi, potranno essere alienati e il ricavato raccolto servirà ad effettuare interventi al fine di migliorare il cimitero.

     

    Il cimitero - fa sapere il Comune - sarà a breve interessato, inoltre, dagli interventi di bonifica predisposti dal commissario straordinario Vera Corbelli; interventi che riguarderanno le aree non pavimentate del cimitero che comprendono anche i campi di inumazione.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati