Domenica, 15 Settembre 2019

    SS. Annunziata, ennesimo trapianto d'organi a buon fine In evidenza

     

    Ennesimo trapianto d'organi conclusosi con successo presso il reparto di Anestesia e Rianimazione del nosocomio tarantino. Il donatore era un uomo di 65 anni colpito da una grave emorragia celebrale e ricoverato da più di un mese in coma profondo. Nelle ultime ore, un improvviso peggioramento ne ha provocato il decesso.


    Riunito il collegio medico per l’accertamento di morte cerebrale, e acquisito il consenso della famiglia, il coordinatore aziendale per le donazioni ed i trapianti, il dottor Pasquale Massimilla, e i dirigenti medici del reparto di Anestesia e Rianimazione, coadiuvati dal primario, il dottor Cacciapaglia, hanno attivato il complesso iter per il prelievo degli organi che sono stati successivamente trasportati presso gli ospedali di Napoli e Bari.

     "Un servizio dalla forte valenza etica - sottolinea l’avvocato Stefano Rossi, direttore generale dell’Asl Taranto -. Quanto svolto all’ospedale di Taranto è frutto di un ottimo lavoro di squadra, vicino ai bisogni dei pazienti. Altrettanto, però, è da sottolineare il fondamentale gesto di generosità dei familiari i quali hanno saputo trasformare un dramma familiare in un momento di sollievo per altre persone che oggi tornano a sorridere".

     "È tuttavia fondamentale - conclude Rossi - accrescere il numero dei consensi, in un territorio in cui ancora si registra la necessità di sensibilizzare ulteriormente al tema. Proprio per questo l’Asl, attraverso la Struttura di Comunicazione e Informazione, sta approntando una campagna di comunicazione, che coinvolge in particolar modo le scuole di Taranto e provincia, affinché sempre più persone, soprattutto tra i giovani, siano sensibilizzati, fornendo già in vita il consenso, senza lasciare, nel caso si presenti una triste eventualità, un pesante onere decisionale alle famiglie".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati