Venerdì, 18 Ottobre 2019

    A.Mittal, conclusa la prima fase di demolizione di AFO3

    Si è conclusa dopo 4 mesi di lavoro la prima fase di demolizione di AFO3 dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto. Adesso si procederà con gli interventi di costruzione dell’impianto di trattamento delle acque reflue che serviranno per il ciclo di lavorazione degli altoforni 1, 2 e 4.

    La conclusione di questi lavori è prevista per giugno 2020. Ad annunciarlo in una nota è la stessa azienda, che spiega cosa è stato fatto: “La prima fase di demolizione di AFO3 ha riguardato la parte alta dell’impianto (rampa di accesso al piano di colata, depurazione gas, vasca loppa, sacche a polvere) ed è stata effettuata in 4 mesi, da aprile ad agosto scorsi. La restante parte verrà smantellata, come previsto nel Piano ambientale, entro l’aprile del 2022”.

    ArcelorMittal illustra nel dettaglio come funzionerà il nuovo impianto di trattamento delle acque reflue: “Ognuno dei tre altoforni possiede già un impianto di trattamento acque dotato di filtri a sabbia. Questa nuova struttura composta da vasche e decantatori – e costruita secondo quanto previsto dalle prescrizioni AIA, in adeguamento alle Best Available Techniques (BAT) e alle disposizioni di legge in vigore da luglio – garantirà un ulteriore processo di depurazione delle acque prima che queste vengano convogliate negli appositi scarichi. La portata massima è pari a 360 m3/h e l’installazione occuperà una superficie di 350 m2”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati