Lunedì, 17 Giugno 2019

    Manovra, assessore Borraccino: "Area di crisi di Taranto snobbata"

    A poche ore dall'approvazione definitiva della prima legge di bilancio targata Lega-5 Stelle, l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, il tarantino Cosimo Borraccino, tuona contro il Governo reo - a suo dire - di essersi dimostrato poco sensibile rispetto alle necessità della Puglia ed in particolare dell'area di crisi industriale di Taranto.


    "Il Governo giallo-verde - afferma l'esponente della Giunta Emiliano - si dimostra insensibile rispetto alle rivendicazioni della Puglia. A conferma di ciò basti guardare l'articolo 1, comma 254, della legge di bilancio. Il suddetto comma prevede solo per la Regione Lazio uno stanziamento di sei milioni di euro per il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga per specifiche situazioni occupazionali esistenti sul suo territorio nelle aree di crisi industriale complessa. E così quello che varrà per la Regione Lazio, non varrà per la Regione Puglia".


    "Prendiamo atto - prosegue - di questa ingiustizia ai danni del nostro territorio e, in particolare, di tutta l'area di Taranto che nel 2012 è stata riconosciuta area di crisi industriale complessa, e che vive una condizione particolarmente delicata sotto il profilo occupazionale con i molti posti di lavoro persi a causa, ad esempio, delle vicende ex Ilva o ex Marcegaglia".

     

    Infine, Borraccino conlcude causticamente affermando: "Evidentemente per il Governo a trazione leghista esistono crisi industriali che riguardano territori di serie A e crisi industriali che riguardano territori di serie B, con buona pace del principio di eguaglianza o, più semplicemente, del buonsenso".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati