Lunedì, 17 Giugno 2019

    Trasporti, ora anche il sindaco Melucci alza le barricate

    "Ancora una volta Taranto viene usata, abusata, illusa, in tanti contesti, mentre ogni volta che si potrebbe dare un minimo compimento alle aspirazioni dei cittadini ionici, superiori istituzioni e chi ha le leve della programmazione finanziaria e strategica fa banalmente spallucce e invoca ostacoli esterni non meglio precisati". É questa la posizione del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, in merito alla vertenza sui trasporti locali.


    Il primo cittadino si allinea dunque a quanti, nei giorni scorsi, hanno sollevato il problema: "In queste settimane abbiamo registrato l’allarme sollevato da semplici cittadini, lavoratori pendolari, esponenti politici, organizzazioni sindacali e datoriali, e chiunque abbia la legittima rivendicazione verso un sistema di trasporti da e per il nostro territorio in linea, quanto meno, con i migliori standard regionali".

    Sui prossimi passi da compere, Melucci annuncia di voler costruire un asse con il presidente della Provincia: "Convocheremo formalmente - sostiene il sindaco di Taranto - enti pubblici e privati aventi responsabilità sulle nostre ferrovie e il nostro aeroporto, avremo anche modo di ricevere in audizione quanti si siano fin qui spesi per questa vicenda".


    Insomma, il dato è tratto e le parole con cui il Melucci termina la sua dichiarazione non lascia adito a dubbi: "Siamo all’anno zero per le nostre infrastrutture e i nostri collegamenti, se si vuole dare veramente uno sviluppo alternativo a Taranto ed una speranza concreta ai nostri giovani ed alle nostre imprese, non si potrà consentire a nessuno altra melina sul tema. Non siamo più disposti a fare da periferia del sistema".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati