Lunedì, 19 Agosto 2019

    Regionali 2020, il 24 febbraio le primarie del centrosinistra

    Michele Emiliano le chiedeva da tempo e con largo anticipo rispetto alla data del voto. Ora c'è una data: il 24 febbraio 2019. Parliamo delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato presidente che si presenterà alle regionali del 2020.


    L'annuncio lo ha dato lo stesso Emiliano che non fa mistero di voler correre per un secondo mandato. "Dal 24 febbraio in poi - dice il presidente - potremo tranquillizzare i nostri concittadini sul fatto che non passeremo il tempo a combatterci tra noi e a rendere difficile la vita al governo regionale, bensì a governare al meglio sino all’ultimo giorno del mandato, consentendo a tutti i candidati di contribuire ad informare i pugliesi sui risultati ottenuti".


    Difficile immaginare oggi un candidato che possa oscurare Emiliano e soppiantarlo nella guida della coalizione di centrosinistra. Sembra trattarsi quindi di un passaggio meramente formale. Ma al governatore interessa soprattutto incassare la fedeltà di chi dovesse uscire sconfitto da queste primarie ed afferma: "Chi vincerà le primarie avrà la tranquillità di poter preparare la sua campagna elettorale con la collaborazione di tutti gli altri componenti della coalizione. E soprattutto avremo il tempo per costruire dal basso un programma condiviso e partecipato, che stabilisca in maniera trasparente e democratica cosa fare nel prossimo mandato. Perché ancora una volta sarà proprio il programma a costituire la base comune che tiene unita la nostra coalizione e che ci rende credibili".


    Insomma, Emiliano voleva assicurarsi la candidatura a governatore con un anno di anticipo per poter svolgere serenamente la sua campagna elettorale e rintuzzare gli attacchi che verranno dal Movimento 5 Stelle, principale oppositore del presidente in Regione. E, per ora, pare sia stato accontentato

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati