Lunedì, 17 Giugno 2019

    Tari, salta la riduzione del 50% per Isee sotto i 3mila euro In evidenza

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Bagarre in aula sulla riduzione della Tari alle persone che vivono sole e alle famiglie meno abbienti. La misura era contenuta in un sub-emendamento al regolamento per la Tassa sui rifiuti. Il testo, presentato questa mattina dalla maggioranza su sollecitazione dei sindacati, è stato ritirato per il rischio di inammissibilità dello stesso.

    Facciamo un passo indietro. A spiegare i contenuti del sub-emendamento era stato il consigliere comunale e capogruppo della commissione Bilancio, Dante Capriulo, ma subito dopo la sua illustrazione si erano levate le voci della minoranza che facevano notare come il deposito del testo fosse avvenuto fuori tempo massimo, ovvero cinque giorni prima la data di convocazione del Consiglio.
    Lo scontro in aula ha richiesto l’intervento del segretario generale, prima, ed una sospensione, poi, dei lavori del Consiglio. Ma la pausa non è bastata a dirimere la questione. Così, al ritorno sui banchi, il sub-emendamento è stato ritirato onde evitare potesse incorrere in un parere di inammissibilità.
    Estrema delusione è stata espressa, infine, dal consigliere di maggioranza Cotugno che ha accusato la minoranza di appigliarsi a meri vizi nella tempistica per il deposito, invece di valutare il merito della proposta che andava a beneficio delle fasce deboli e che pesava sul bilancio dell’ente in misura ‘marginale’, ovvero circa 50mila euro.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati