Venerdì, 20 Settembre 2019

    Panarelli: "Vittoria non scontata, ora obiettivo playoff" In evidenza

     

    L'allenatore del Taranto, Gigi Panarelli, analizza così il netto successo sul Pomigliano: "Le partite sono sempre da giocare, non era scontata la vittoria, questo incontro nascondeva insidie se fosse stato sottovalutato. Avevamo quindi solo da perdere, ma abbiamo giocato con attenzione. In ogni partita abbiamo l'obbligo di giocare nel migliore dei modi perché occorre onorare tutti gli impegni".


    Capitolo formazione: "Avevamo giocatori mancanti, non ho schierato una formazione sperimentale, ma in base alle defezioni".

    Sull'eventuale vittoria a tavolino contro il Picerno: "Bisogna concludere il campionato vincendo, al di là del ricorso. Se non porti a casa queste partite non raggiungi ugualmente il secondo posto. Si è comunque già detto abbastanza sui fatti di Picerno, preferisco non parlarne più".

    I rossoblù non sono stati inferiori sul campo ai lucani: "Nelle due partite con il Picerno non c'è stata storia, meritavamo di più. A bocce ferme faremo le nostre valutazioni sulla perdita del campionato- dichiara il tecnico tarantino-, ma abbiamo indubbiamente disputato un torneo di alto livello. Probabilmente il Picerno, quando non ha espresso buone prestazioni, invece di perdere ha comunque vinto o pareggiato. Il divario sembra eccessivo. Credo si possa però programmare ed andare avanti, l'obiettivo era vincere il campionato ma non tutto è da buttare. Non lo abbiamo vinto solo per pochissimi dettagli".

    Sul futuro: "Non parlo di questo adesso. Vogliamo dare continuità ai risultati per poi pensare ai playoff. Non posso pensare a me, non voglio vincere gli spareggi per il mio futuro, ma è il minimo che si possa fare dopo non aver conquistato la promozione. Parlerò successivamente con il presidente - conclude Panarelli-, con il quale ho un buon rapporto".

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati