Domenica, 15 Settembre 2019

    Comune: nuova Giunta? Scarpati: indisponibile al rientro In evidenza

    Comune: nuova Giunta? Scarpati: indisponibile al rientro Foto Studio R.Ingenito

     

     
    Dopo l'azzeramento di Giunta voluto dal sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, l'ormai ex assessore al Welfare, Simona Scarpati, annuncia la propria "indisponibilità a proseguire in assenza di un quadro ben definito che in queste ore appare in evoluzione". 
     
    Lo comunica nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina nel suo studio professionale (avrebbe dovuto tenersi ieri, ma all'ultimo momento l'incontro è saltato per - così è stato riferito - impegni sopraggiunti). Conferenza nella quale Scarpati ci tiene a fare il punto sui risultati raggiunti durante questa esperienza all'interno del governo cittadino per contrastare quelle che la stessa definisce "narrazioni infedeli".
     
    L'ex assessore parte dal versante finanziario, dalle risorse reperite e dai bandi di gara pubblicati; bandi per 20 milioni di euro che sono serviti per erogare servizi a favore delle fasce deboli. Ma l'elenco delle cose fatte è lungo e comprende i 'Piani di zona', la carta dei servizi sociali e dulcis in fundo la Biennale della Prossimità che - ricorda Scarpati - "tra quale settimana porterà a Taranto oltre 200 associazioni (record di adesioni) le quali permarranno in città per 3 giorni, dando vita a dibattiti e tavole rotonde". 
     
    L'amarezza per l'estromissione, anche in ragioni di tali risultati, c'è ed emerge allorquando Scarpati afferma di aver appreso dell'azzeramento della Giunta tramite l'albo pretorio. "Nessuna comunicazione personale da parte del sindaco"  - conferma a nostra precisa domanda. Sulle ragioni che hanno indotto questa rivisitazione delle deleghe, Scarpati dice di non conoscerne le motivazioni, tuttavia sostiene che quando vengono adottate scelte amministrative di questo genere è evidente che ci sia una crisi politica in atto. "Da parte mia - precisa alla stampa - c'è sempre stata lealtà, una lealtà che non è mai stata messa in discussione".
     
    In conclusione ribadisce la sua adesione convinta al Partito Democratico, tra le cui fila si è presentata alle ultime elezioni comunali, e annuncia di sentirsi parte integrante di tale formazione politica. Ragion per cui accetterà e rispetterà le prossime decisioni che i Dem adotteranno nel corso dei colloqui con il sindaco (anch'esso del PD) in ordine alla formazione della nuova squadra di governo. 
     
     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati