Mercoledì, 26 Giugno 2019

    Rabbia ai Tamburi, scuola Deledda occupata In evidenza

    Foto Studio R.Ingenito Foto Studio R.Ingenito

    Dopo la conferenza stampa tenuta dai consiglieri comunali di opposizione Fornaro e Battista, al quartiere Tamburi il clima si è fatto caldo. Alcuni genitori, infatti, hanno deciso di occupare la scuola Deledda fino a quando non saranno date loro certezze circa il destino dei due plessi scolastici chiusi a causa della loro vicinanza alle collinette ecologiche.


    "Non avendo ottenuto risposte dal sindaco in merito alla PEC inviati circa due mesi (risposta che doveva arrivare entro 30gg) - scrive la rappresentanza di genitori dei Tamburi - e alla luce dei dati appresi dalla conferenza stampa dei consiglieri comunali Battista, Fornaro e Corvace, abbiamo deciso di occupare in maniera permanente le scuole in questione. La nostra permanenza sarà ad oltranza fino a quando chi di competenza non verrà a portare risposte concrete, certe e verificabili rispetto all'inizio del nuovo anno scolastico che ad ora è completamente incerto".


    Detto ciò, gli stessi genitori ribadiscono: "Non vogliamo spostare i nostri figli e le nostre figlie presso istituti che si trovano al di fuori dei Tamburi perché pretendiamo di vivere e restare liberamente nel nostro quartiere".


    Il sindaco Melucci, intanto, ha richiesto formalmente al prefetto di Taranto di riconvocare a stretto giro le autorità aventi titolo sulla vicenda al fine di "valutare compiutamente l’esito delle analisi dell'Arpa, comprendere la fattibilità della eventuale messa in sicurezza delle collinette, ragionare dunque della rimodulazione degli ulteriori interventi con risorse pubbliche previsti in quei plessi ed in fine stabilire se questi ultimi possano essere regolarmente aperti per l’inizio del prossimo anno scolastico".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati