Venerdì, 18 Ottobre 2019

    Il campionato italiano di traina d'altura sbarca a Taranto In evidenza

    Foto Studio R.Ingenito Foto Studio R.Ingenito

    "Abbiamo organizzato per Taranto questo evento sportivo perché porterà benefici alla città": ad affermarlo è Antonio Serio, presidente dell'associazione 'Cheradi Fishing Club', organizzatrice del 7° campionato italiano di traina d'altura per società, che si svolgerà a Taranto dal 10 al 13 ottobre presso il Molo Sant'Eligio, e che rientra nel programma del Trofeo del Mare della Marina Militare. Una grande opportunità dunque per il territorio tarantino. L'anno scorso fu invece organizzato in riva allo Jonio il 55° campionato italiano di traina d'altura per equipaggio.

    Venerdì 11 e sabato 12 ottobre si disputeranno le gare con due manche da 7 ore. Prenderanno parte alla competizione sportiva 17-18 imbarcazioni con circa 100 partecipanti provenienti da tutta l'Italia. Il punteggio finale è dato dalla sommatoria dei singoli equipaggi di ogni società. Il regolamento prevede la pesca con l'utilizzo di 5 canne ed ami singoli. I pesci pescati variano normalmente dai 10 ai 18 chili. Le catture sono validate o meno dai giudici di gara e successivamente il pescato è nuovamente immesso nell'ambiente marino.


    Ecco gli altri appuntamenti in programma durante queste giornate: il 10 ottobre avrà luogo la sfilata delle imbarcazioni alle ore 18 sotto il Ponte Girevole, poi nelle giornate dell'11 e 12 ottobre ci sarà la mostra del pescato al Molo Sant'Eligio alle 19. Inoltre, il 20 ottobre spazio alla premiazione del Trofeo del Mare al Castello Aragonese a partire dalle 21.

    Queste le dichiarazioni del comandante del Comando Marittimo Sud della Marina Militare, l'ammiraglio Salvatore Vitiello: "Sono anch'io un appassionato di pesca sportiva. Non è comunque importante il risultato agonistico, ma avvicinare i giovani al mare. Il nostro è un mare vivo, che va regolato. La Marina fa parte della città e resterà a Taranto anche in futuro".

    Le parole del Capo di Stato Maggiore della Marina ionica, Mario Berardocco: "L'obiettivo del Trofeo del Mare e' promuovere la cultura marina. Nella pesca sportiva abbiamo il rispetto del mare, la presenza di equipaggi ed il rispetto anche della risorsa ittica. Il pescato viene infatti nuovamente lasciato in mare".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati