Sabato, 16 Novembre 2019

    Vinitaly: premiata l'azienda tarantina "Vigni &Vini" di Cosimo Varvaglione, tra i benemeriti dell'enologia italiana

    Durante l’inaugurazione del Salone internazionale dei vini e distillati “Vinitaly”è stato consegnato, su segnalazione degli Assessorati all’agricoltura di ogni Regione, il Premio Cangrande. Per la Puglia, premiato Cosimo Varvaglione che opera nella storica azienda di famiglia "Vigne & Vin" situata a Leporano, nella provincia di Taranto.

    Dal 1973 i grandi interpreti del mondo enologico italiano ricevono a Vinitaly ( Veronafiere dal 22 al 25 marzo 2015) il Premio Cangrande “Benemeriti della Vitivinicoltura”. Il prestigioso riconoscimento viene assegnato seguendo le indicazioni degli Assessorati regionali all’agricoltura, che segnalano quanti con la propria attività professionale o imprenditoriale abbiano contribuito e sostenuto il progresso qualitativo della produzione viticola ed enologica della propria regione e del proprio Paese.

    Per il 49° Vinitaly, l'insegne di Cangrande per la Puglia è stata attribuita a Cosimo Varvaglione, la cui cantina "Vigne & Vini", situata a Leporano e che opera nel settore del vino dal 1921, rappresenta un significativo esempio di tradizione e innovazione. Condotta da Cosimo e Maria Teresa Varvaglione, che con passione e impegno imprenditoriale, danno vita ad un’azienda vitivinicola ispirata alla tradizione di tre generazioni della famiglia Varvaglione, l'azienda produce vini presenti in quasi tutti i mercati esteri. Oggi, il marchio Varvaglione Vigne & Vini è riconosciuto nel mercato nazionale e in quello internazionale ed è supportato da una prestigiosa lista di vini che hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti. 
    L’ attenzione dell’azienda tarantina è focalizzata sulle varietà di vini locali, quali: Primitivo, Negroamaro, Malvasia e Aglianico di uva rossa, Verdeca, Falanghina, Malvasia e Fiano di uva bianca. Inoltre, per quanto concerne i vitigni internazionali, l’azienda vitivinicola vinifica lo Chardonnay rispettando le caratteristiche del territorio salentino. Varvaglione Vigne & Vini rappresenta una delle più antiche e pluripremiate cantine del sud Italia che nel 2011 ha festeggiato il suo 90° anniversario lanciando un prestigioso vino chiamato “Papale”. Varvaglione Vigne & Vini è oggi presente in oltre 36 nazioni del mondo e basa la sua produzione di vini su oltre 120 ettari di terreni dedicati alle culture dei vini a marchio Varvaglione Vigne & Vini.


    Insieme a Cosimo Varvaglione sono stati premiati, Nicola Dragani (Abruzzo); Filomena Ruppi (Basilicata); Giovanni Gagliardi (Calabria); Laura Di Marzio (Campania); Maria Poggi Azzali (Emilia-Romagna); Gianfranco Gallo (Friuli Venezia Giulia); Caterina Fabiani (Lazio); Azienda Agricola Giacomelli (Liguria); Ezio Maiolini (Lombardia); Azienda Agricola Casale Vitali (Marche); Emilio Venditti (Molise); Maria Teresa Mascarello (Piemonte); Anton Zublasing (Provincia Autonoma di Bolzano); Vittorio Salizzoni (Provincia Autonoma di Trento); (Giuseppe Sedilesu (Sardegna); Josè Rallo (Sicilia); Paolo Storchi (Toscana); Omero Moretti (Umbria); Giorgio Anselmet (Valle d’Aosta); Antonio Melato (Veneto).

    I nomi di questi professionisti ed imprenditori premiati vanno ad arricchire un Albo d’Oro composto da personalità che hanno fortemente contribuito alla crescita del sistema viticolo ed enologico italiano, tanto da farne un modello di riferimento internazionale.

    Vota questo articolo
    (1 Vota)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati