Giovedì, 16 Settembre 2021

    Taranto Capitale italiana della cultura 2016-2017

    By IL DIRETTORE EDITORIALE Marzo 31, 2015

    Incontro presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città per presentare il progetto di candidare il capoluogo jonico a Capitale italiana della cultura 2016-2017. Hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco Ippazio Stefano, l'assessore alla cultura Vincenza Vozza, il promotore del Comitato Claudio Leone. L'intento è stato quello di far conoscere ed illustrare l'iniziativa,  spiegando come proporre idee, contributi e progetti.

     

    Il lungo percorso si compone di più step: entro il 30 giugno andrà presentato il calendario di un anno di attività, mentre entro il 30 aprile  un'apposita giuria sceglierà i 10 progetti migliori.

    Si tratta di saper intercettare una parte di quei 49 milioni di euro complessivi stanziati dal Governo, e proprio per il Polo culturale jonico ne sono stati riservati circa 10.

    Taranto Capitale italiana della cultura si svilupperà lungo tre matrici: quella della Città spartana, facendo appunto leva su questo importante brand; la digitalizzazione; i percorsi eno-gastronomici.

    L'idea è nata dal voler offrire a Taranto una nuova opportunità dopo aver visto sfumare il sogno di Capitale europea della cultura. Ma occorre fare tesoro di quell'esperienza, partire da quella difficilissima sfida per raggiungere questa meta.

    Grande la partecipazione di associazioni e di giovani: si tratterà ora di coordinare le iniziative, di non disperdere idee ed energie, anche perchè i tempi di realizzazione sono davvero stretti: il cronoprogramma è quanto mai denso e fitto di scadenze. E le altre città non stanno certo a guardare. Tutt'altro!

    E' un'occasione che non possiamo assolutamente permetterci il lusso di perdere; il Decreto cosiddetto “salva Taranto”, almeno in teoria, ci garantisce cospicue risorse e sarebbe davvero uno spreco imperdonabile non sfruttarle al meglio.

    Dunque un grande impegno ed una gran corsa. Meno di 24 ore e si chiude il primo step! Chi si ferma è perduto!

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati