Lunedì, 23 Ottobre 2017

    Abbattimento dell'inquinamento: indagini e soluzioni degli studenti

    Si è svolto presso l’Istituto Pacinotti di Taranto, l’ “Engagement Event”, nell'ambito del progetto “ Life +Gioconda”, di cui Arpa Puglia è partner.

    Il Progetto GIOCONDA (http://gioconda.ifc.cnr.it/) nasce dall’esigenza di coinvolgere i cittadini più giovani nelle decisioni in materia di ambiente e salute, come protagonisti di un’azione di democrazia partecipativa. La scelta di dedicare a loro il progetto si fonda su tre ragioni: i giovani sono i soggetti più vulnerabili alle pressioni ambientali; avranno un ruolo nel prossimo futuro come decisori; infine la loro percezione dei rischi ambientali ci fa capire meglio le idee, gli atteggiamenti, le paure e le speranze della società tutta. Nel corso della mattinata, gli studenti degli istituti scolastici “De Carolis” e “Pacinotti” che hanno partecipato al progetto hanno presentato ad amministratori e decisori locali le proprie raccomandazioni, prodotte sulla base di monitoraggi ambientali ad hoc che Arpa Puglia ha condotto presso gli Istituti scolastici e sull’analisi della loro personale percezione del rischio ambientale e sanitario, al fine di avviare un processo virtuoso di partecipazione che aiuti le amministrazioni (politiche, sanitarie, scolastiche ecc) a prendere decisioni in tema di salute e ambiente in modo informato, sia tenendo conto dell’opinione dei giovani, sia delle evidenze locali in tema di ambiente e salute.

    Monitoraggio ambientale: qualità dell'aria
    I dati di polveri sottili Pm10 e polveri ultra sottili Pm 2,5 all'interno della scuola “De Carolis” sono risultati al livello dei valori guida dell'organizzazione mondiale della sanità (Oms), mentre i dati raccolti all'esterno della scuola sono risultati superiori ed in linea con quanto rilevato dalla centralina di via Archimede. Risultati simili sono stati osservati presso l'Istituto Pacinotti, dove anche i valori interni erano superiori alle soglie Oms. I valori di biossido di azoto (No2) sono risultati bassi, mentre per il benzene sono da segnalare due concentrazioni misurate all'interno della “De Carolis”, una inferiore ed una superiore a 5 nanogrammi/mc.

    Monitoraggio ambientale: il rumore
    si evidenzia una situazione negativa in entrambi gli istituti scolastici. Gli edifici mostrano problemi strutturali, di scarso isolamento. Problemi che si potrebbero risolvere con la costruzione di controsoffitti o un miglioramento degli infissi.

    La percezione dei rischi
    Sulla base di un questionario sulla percezione del rischio che riguarda l'ambiente della città e l'area circostante le scuole, è stato possibile fotografare la reale emergenza che vivono gli studenti. Il 58% dei più piccoli della De Carolis ritiene che la qualità dell'ambiente sia tra “pessima” e “scadente”; l 33% che sia discreta e solo il 7% “buona”. Per gli studenti più grandi del Pacinotti il giudizio è ancora più negativo: il 50% la ritene “pessima”; il 47% “scadente”; e il 3% “discreta”.

    Le raccomandazioni
    Gli studenti hanno preparato una lista di impegni, intorno a 5 temi fondamentali: garantire la salute, gestire i dati emersi dalle indagini, giocare a sovvertire le regole dei grandi e crearne di nuove, godere della città e guidare le informazioni.
    Le raccomandazioni ai decisori locali e agli adulti parlano di: aumento della ricerca; circolazioni di informazioni e spazi per discuterne; una consulta delle ragazze e dei ragazzi a livello comunale, bonifiche; aumento degli spazi verdi; cpontrollo e limitazione di tutte le fonti di inquinamento; raccolta differenziata e risparmio energentico in città; promozione dei mezzi di trasporto condivisi (bici e auto) e piste ciclabili; sostegno alle produzioni biologiche e nuove forme di turismo.
    Il progetto ha dato ottimi risultati, e certamente, da parte degli studenti c'è la voglia di collaborare per intraprendere un percorso di dialogo e scambio.

     INTERVISTA GIORGIO ASSENNATO
    DIRETTORE ARPA PUGLIA (IMMAGINI OMEGA NEWS)

    INTERVISTA LILIANA CORI
    RICERCATRICE ISTITUTO DI FISIOLOGIA CLINICA CNR PISA  (IMMAGINI OMEGA NEWS)

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

     

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati