Martedì, 22 Settembre 2020

    Taranto riparte dalla cultura del mare: torna l'appuntamento con lo "Ionian Shipping days" In evidenza

    Ritorna l'appuntamento con lo "IONIAN SHIPPING DAYS". L'evento, che giunge quest'anno alla sua seconda edizione, si svolgerá al Castello Aragonese di Taranto, il 15 e 16 settembre.

    Si tratta di una due giorni dedicata allo sviluppo sostenibile della portualitá, alla sicurezza e alle tematiche legate al commercio marittimo, al quale parteciperanno operatori economici di rilevanza internazionale.
    L'evento è patrocinato dalla presidenza della Regione Puglia, dal Comune di Taranto, dall'Autorità portuale di Taranto, dal Comando Marittimo Sud, dall'università degli Studi di Bari, dalla Camera di Commercio di Taranto, da Confindustria Taranto, da Raccomar Puglia, dalla Fondazione Michelagnoli, da The international Propeller Club Taranto. Per la manifestazione è stato creato un sito internet dedicato www.ionianshippingdays.it.
    «In questo momento di crisi che vive Taranto, non si puó fare a meno della cultura e dell'internazionalizzazione. Questa due giorni serve a far luce su questi aspetti, a cominciare dal porto, uno degli asset principali di questa cittá. -ha dichiarato il Presidente dell Ionian Shipping Consortium Rinaldo Melucci- È importante ragionare sulla blue economy, che significa iniziare a progettare il futuro del porto facendo rete tra le imprese e formazione e cultura per elevare le professionalitá del settore».

    Il programma
    Il 15 settembre, ore 9-13, si parlerá di "Il porto di Taranto. Sicurezza, shipping e nuovi mercati". Interverranno: Sergio Prete, commissario straordinario Autoritá Portuale; Alessandro Panaro, responsabile Ufficio Maritime and Mediterranean Economy-Srm; Nicoló Giovanni Carnimeo, Universitá degli Studi di Bari "Aldo Moro"; Fulvio Carlini, Presidente Italian Cruises Shipping Servi es Srl; Ammiraglio di Squadra della Marina Militare, Donato Marzano;
    Rinaldo Melucci, Presidente dell Ionian Shipping Consortium.
    Il 16 settembre, ore 9-13, si approfondirá invece il tema: "Oli & gas. Prospettive di sviluppo sostenibile per Taranto". Sono previsti gli interventi di Alessandro Oriolo, presidente Saga Italia Spa; Sergio Prete, commissario straordinario Autoritá Portuale; Sergio Polito, presidente Assomineraria-Settore societá fornitrici di beni e servizi; Rinaldo Melucci, Presidente dell Ionian Shipping Consortium.
    Modera la giornalista Nicla Pastore.

    Conferite tre borse di studio
    Lo Ionian Shipping Consortium ha stretto un proficuo raccordo con l'Universitá agli studi di Bari finalizzato a promuovere la conoscenza e quindi la qualificazione professionale per una elevazione complessiva della cultura marittima della nostra cittá.
    Sono stati cosí istituiti tre premi in denaro a favore di laureati nei corsi di studio afferenti al Dipartimento Ionico in "Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: societá, ambiente, cultura" e da titolari dibmaster in "Diritto e tecnica doganale e del commercio internazionale dell'Universitá degli Studi di Bari Aldo Moro".
    Numerosi sono stati gli elaborati pervenuti. Al termine della valutazione sono stati premiati: Kukaj Ermal, primo classificato, con la tesi in "National Maritime single window prototipo arhes ed evoluzione del Pcs nei porti italiani".
    Si é classificata al secondo posto invece Eva Mongelli con la tesi "The role of the port of Taranto in the Scandinavian- Mediterranean Core network". Terza classificata infine, Carla Mellea, con la tesi "Lo status di operatore economico autotizzato".
    Inoltre una menzione di merito é andata alla quarta classifucata, Federica Caracuta, con la tesi "La safety e la gestione della nave".
    Le borse di studio saranno consegnate nel corso  del convegno del prossimo 15 settembre, al Castello Aragonese, alla presenza del Magnifico Rettore agli Studi di Bari, Antonio Felice Uricchio.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati