Lunedì, 25 Gennaio 2021

    Amianto in Ilva: il Consiglio comunale vuole vederci chiaro per la tutela di ambiente e salute

    É stata approvata all'unanimità, in Consiglio Comunale, la mozione avente ad oggetto "l'elaborazione di una mappa dei rifiuti pericolosi e radioattivi e del materiale contenente amianto presenti nello stabilimento Ilva di Taranto".  Il Consigliere comunale del gruppo "Primavera Tarantina" Raffaele Brunetti, é il primo firmatario.

    I commissari straordinari dell'Ilva, lo scorso 27 dicembre, hanno trasmesso al Ministero dell'Ambiente la "mappa amianto ed il relativo spacchettamento per reparti di produzione" relativa agli stabilimenti di Taranto, Genova, Novi Ligure e Racconigi.
    É stato specificato a riguardo che «nello stabilimento siderurgico di Taranto sono presenti ancora circa 3820 tonnellate di amianto, di cui 3700 tonnellate in matrice friabile e 120 in matrice compatta».
    La pericolositá dell'amianto, si precisa nella mozione, «consiste nel fatto che le sue fibre si liberano facilmente nell'aria e sono potenzialmente inalabili». Inoltre, «i rifiuti radioattivi producono radiazioni, che possono avre effetti negativi sull'ambiente e sull'uomo».
    Alla luce di ció, si ritiene necessario «conoscere preventivamente il piano di bonifica e quali misure si intendono mettere in atto ai fini della tutela della salute dei lavoratori», rendere noto «gli interventi di prevenzione e tutela nei  confronti dei cittadini nelle fasi di attuazione della bonifica». É necessario anche «conoscee lo stato dell'amianto rinvenuto, informare se sono stati riscontrati altri rifiuti pericolosi e radioattivi e se si é proceduto a classificare la tipologia di materiale eventualmente presente».
    Il Consiglio Comunale, ritenendo indispensabile salvaguardare l'ambiente, la salute e la sicurezza di operai e cittadini, impegna il Sindaco «ad intervenire presso il Governo, ovvero presso il Ministero competente per conoscere i contenuti e le azioni consequenzuali previste nella relazione presentata dai Commissari Ilva al Parlamento». Inoltre si chiede di «convocare, anche in seduta consiliare monotematica, i Commissari Ilva, le organizzazioni sindacali, Asl, Arpa e Regione Puglia per una valutazione nel merito della relazione e delle azioni previste, al fine di integrare le stesse, ognuno per le proprie competenze, a maggiore garanzia e tutela dell'ambiente, dei lavoratori e dei cittadini».

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati