Lunedì, 22 Aprile 2019

    Il Consiglio comunale dice "no" all'istituzione dell'Osservatorio in tempo reale della mortalitá In evidenza

    Si é riunito in seconda convocazione, nella mattinata di venerdì 31 marzo, il consiglio comunale.

    Erano presenti in aula 11 consiglieri. (Tony Cannone, Lina Ambrogi Melle, Francesco Venere, Aldo Renna, Cosimo Gigante, Giampaolo Vietri, Filippo Illiano, Francesco Bardoscia, Vittorio Mele, Michele De Martino, Gianni Fabrizio). Assente il Sindaco Stefàno e la sua giunta.
    Ad apertura dei lavori, é stata discussa la mozione della consigliera Lina Ambrogi Melle, che accogliendo l'invito dell'associazione Peacelink, chiedeva al Sindaco e all'Amministrazione comunale di creare a Taranto un "osservatorio in tempo reale dei ricoveri e della mortalità", per verificare, come inizialmente proposto, «se durante i wind days c'è un aumento di mortalità e di ricoveri dei cittadini ed eventualmente agire di conseguenza».
    Per i consiglieri presenti in aula peró, «é limitativo istituire un registro per monitorare la salute dei cittadini solo in determinate giornate». Sebbene il testo sia stato modificato, eliminando l'esplicito riferimento ai wind days, la mozione non è stata approvata. 8 i voti contrari: Tony Cannone, Cosimo Gigante, Aldo Renna, Michele De Martino, Gianni Fabrizio, Francesco Bardoscia, Vittorio Mele e Piero Bitetti; 2 astenuti: Filippo Illiano e Francesco Venere e un solo voto favorevole, quello della consogliera Melle. Il consigliere Giampiero Vietri, ha invece abbandonato l'aula. 
    «Questa mozione é inutile. -ha commentato Cannone- Asl e Arpa ci dicono che l'inquinamento a Taranto é a livelli normali».
    Critico anche il consigliere De Martino. «Qui si muore tutti i giorni e la gente si ammala non solo durante i wind days. -ha argomentato- Serve debellare definitivamente il problema. É la quotidianitá che va messa sotto osservazione».
    Secondo il giudizio di Renna invece, «non serve un registro ma una soluzione per abbattere i livelli di inquinamento. Non tollero - ha spiegato- che la consigliera Ambrogi Melle venga in consiglio comunale a fare la campagna elettorale sulla pelle dei tarantini».

    Sospensione delle concessioni in campagna elettorale
    Su proposta dei consiglieri Vietri, Renna, Capriulo, Cannone e Melle, è stata approvata la mozione con la quale si impegna il sindaco e l'amministrazione «a sospendere con effetto immediato ogni concessione/assegnazione di ogni bene patrimoniale e qualsiasi affidamento d'incarico e consulenza esterna in questa fase pre elettorale, se non giustificandone l'estrema urgenza».

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati