Lunedì, 17 Giugno 2019

    Cittadella della carità: dipendenti sul piede di guerra

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio Renato Ingenito

    Si va verso la dichiarazione dello stato di agitazione dei dipendenti della Cittadella della Carità. A preannunciarlo è la Fp Cgil che lamenta i ritardi divenuti non più sopportabili, nell’erogazione degli stipendi”.

     

    “Abbiamo esperito tutti i tentativi bonari per tentare una soluzione – dice Lorenzo Caldaralo, segretario della categoria –, ma il continuo ritardo nel pagamento dei salari del personale, mette proprio i lavoratori in una condizione di debolezza che non possiamo subire”.Secondo lo stesso Caldaralo, tale situazione risulta condizionata dal rapporto tra la Cittadella e la ASL, con quest’ultima “che ancora non corrisponde alla struttura sanitaria della quanto dovuto”.

    La Fp CGIL ora chiede maggiori garanzie per i lavoratori e fa sapere di voler “attivare proprio nei confronti dell’Asl di Taranto “il cosiddetto intervento sostitutivo”.

    Insomma, con la lettera inviata ieri dalla ai vertici di Cittadella della Carità e della Asl di Taranto, è partito il countdown di sette giorni. “Dopodiché – conclude Caldaralo - si preannuncia lo stato di agitazione del personale e un sit-in di protesta proprio davanti alle strutture sanitarie deputate a dare risposte a questa vertenza”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati