Lunedì, 19 Agosto 2019

    Picerno-Taranto 0-0- I rossoblù escono imbattuti dalla terra lucana In evidenza

    Finisce 0-0 il match tra Picerno e Taranto. Il risultato di parità permette ai lucani di approdare matematicamente in Serie C. Gli ionici conquistano però un buon punto e restano in corsa per il secondo posto, distante una sola lunghezza visto il contemporaneo pareggio del Cerignola contro il retrocesso Granata. Ma a far notizia è soprattutto quanto accaduto al termine del primo tempo. Secondo quanto trapelato, pare che i calciatori Favetta, Manzo e Croce siano stati aggrediti alle spalle da uno steward con una cazzottiera. I tre atleti sarebbero stati trasportati in ospedale per le cure del caso. Infatti, ad inizio ripresa Favetta e Manzo sono stati sostituiti mentre Croce sarebbe stato espulso dall’arbitro Delrio. Il direttore di gara è riuscito poi a far riprendere la seconda frazione dopo quasi trenta minuti di ritardo.  

    Mister Panarelli cambia modulo affidandosi al 4-4-2 con l’inserimento delle due punte Croce e Favetta, con D’Agostino che parte dalla panchina perché non al top della condizione. In mezzo al campo agiscono Manzo e Marsili, mentre sulle fasce spazio all’under Salatino e ad Oggiano. Indisponibili gli infortunati Pellegrino e Vittorio Esposito.

    La prima chance del match è creata dal Picerno: al 3’ tiro di Esposito dal limite, a lato; al 15’ ci prova Oggiano da fuori area, blocca Coletta. Al 16’ Kosovan si presenta davanti ad Antonino e colpisce il palo con una conclusione mancina. Al 26’ tentativo di Croce dai 20 metri, il portiere lucano controlla senza problemi. Al 30’ bel tiro di Oggiano, Coletta respinge; al 33’ il Taranto protesta per un presunto calcio di rigore non assegnato dall’arbitro per un presunto fallo commesso da Fontana ai danni di Oggiano. Al 41’ clamorosa palla gol per il team di Panarelli: a pochi passi dalla porta avversaria Favetta conclude incredibilmente sopra la traversa. Al 47’ gran tiro di Oggiano da fuori, Coletta para in due tempi. 30 secondi dopo botta di Esposito, Antonino risponde presente.

    La ripresa inizia con quasi mezz’ora di ritardo per un parapiglia a fine prima frazione di gioco. Come riportato in precedenza, alcuni calciatori del Taranto sarebbero stati aggrediti da uno steward identificato poi dai Carabinieri.

    Per quanto riguarda la cronaca del secondo tempo, al 6’ punizione di Oggiano, Coletta vola e devia in corner. Al 10’ occasione per il Picerno: Vanacore spreca tutto concludendo alto a tu per tu con Antonino. Al 18’ stacco di testa di Di Bari da azione d’angolo, alto. Al 26’ lucani insidiosi con un diagonale di Kosovan, che termina di un soffio sul fondo. Al 29’ tentativo di Massimo dalla distanza, centrale; al 48’ punizione di Marsili, Coletta si rifugia in angolo. Dopo cinque minuti di recupero, l’arbitro Delrio manda tutti negli spogliatoi, è 0-0 il punteggio finale.

     

    TABELLINO

    PICERNO: Coletta; Caiazza (38’ s.t. Fiumara), Vanacore, Fontana, Pitarresi, Impagliazzo (34’ s.t. Ligorio), D’Alessandro, Langone (23’ s.t. Sambou), Santaniello, Kosovan (44’ s.t. Corso), Esposito (40’ s.t. Tedesco). A disposizione: Fusco, Cesarano, Conte, Camara. Allenatore: Giacomarro

    TARANTO: Antonino; Pelliccia, Lanzolla, Di Bari, Ferrara; Oggiano, Manzo (46’ s.t. Massimo), Marsili, Salatino; Croce, Favetta (46’ s.t. Roberti). A disposizione: Martinese, Carullo, Guadagno, Roberti, Massimo, Di Senso, Bonavolontà, Bova, D’Agostino. Allenatore: Panarelli

    RETI:

    AMMONITI: Vanacore, Esposito, Kosovan (P) Lanzolla, Croce, Pelliccia (T)

    ESPULSI: al 34’ allontanato per proteste l’allenatore in seconda del Taranto, Gianluca Triuzzi, Croce (T) a fine primo tempo

    CORNER: 0-7

    ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia; assistenti Ivano Agostino di Sesto San Giovanni e Stefano Galimberti di Seregno

    RECUPERO: 3’ p.t., 5’ s.t.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati