Domenica, 15 Settembre 2019

    Ripescaggio in C: il 17 maggio sopralluogo Lega allo “Iacovone”

    Venerdì 17 maggio alle ore 15 la Lega Pro effettuerà un sopralluogo allo stadio “Erasmo Iacovone” per verificare il suo stato ed indicare eventuali interventi da compiere per rendere a norma l’impianto sportivo in vista della presentazione della domanda di ripescaggio in terza serie da parte del Taranto. E’ stata la società rossoblù a richiedere questo sopralluogo, a cui prenderà parte l’ingegnere Luigi Berardino Verzillo. Vi proponiamo qui di seguito il testo integrale inviato al club ionico dalla Lega Pro:

    “Con la presente si conferma che venerdì 17 maggio p.v. l’Ing. Luigi Berardino Verzillo effettuerà alle ore 15,00 il sopralluogo da Voi richiesto presso l’impianto di gioco indicato in oggetto, al fine di valutare gli interventi necessari per un possibile utilizzo nella stagione 2019/2020 del campionato di Serie C.

    Si richiede la presenza di rappresentanti della società Taranto FC 1927 s.r.l. e, se possibile, dell’ente proprietario dello stadio e dell’autorità competente per l’ordine pubblico.

    Raccomandiamo inoltre che, in occasione del sopralluogo, vengano prodotti i seguenti documenti se disponibili:

    -Licenza di agibilità

    -Ultimo verbale della Commissione Provinciale / Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo

    -Collaudo dell’impianto di illuminazione

    -Collaudo dell’impianto di videosorveglianza, se presente

     -Planimetrie dello stadio e dei locali annessi (spogliatoi, ecc)

    Si precisa infine che, trattandosi di sopralluogo richiesto da società attualmente non in organico Lega Pro, le spese relative Vi verranno addebitate”.

     

    A tal proposito, il Comune di Taranto conferma la presenza del sindaco Melucci e dei tecnici al sopralluogo. Questo il messaggio diramato dal primo cittadino ionico: “L’Amministrazione già da tempo segue e sostiene attivamente gli sforzi dello sport tarantino e anche in questo caso non farà mancare programmazione, risorse ed interventi appropriati. Certo, la pubblica amministrazione ha i suoi ritmi e le sue regole ferree, ma vaglieremo ogni strumento possibile per agevolare le aspirazioni dei rossoblu. Va, inoltre, considerato che il cosiddetto decreto “sblocca cantieri” è in fase di emendamento da parte del Parlamento e questo potrebbe presto mutare il quadro complessivo della burocrazia riferibile ad un progetto come quello di riqualificazione dell’impianto comunale”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati