Stampa questa pagina

Laterza: un arresto per tentato furto ed un altro per maltrattamenti in famiglia

I Carabinieri della Stazione di Laterza, coadiuvati da militari dipendenti del NOR-Aliquota Radiomobile di Castellaneta, hanno arrestato un 23enne di nazionalità ucraina, segnalato in banca dati, per tentato furto aggravato.

L’uomo sottoposto agli arresti domiciliari presso una comunità di recupero, è stato sorpreso dai gestori della struttura mentre tentava di scassinare ed asportare denaro contante da una cassaforte collocata all’interno della comunità. I militari, giunti sul posto a seguito di richiesta d’intervento, hanno bloccato il malintenzionato conducendolo in caserma per le formalità di rito.
L’arrestato è stato poi tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto.

Sempre i Carabinieri di Laterza, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza un 28enne del posto, già noto alle Forze dell’Ordine poiché segnalato in banca dati, ritenuto responsabile di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni personali nei confronti della propria madre. I militari sono intervenuti presso l’abitazione della donna, dove l’uomo dimora, in seguito all’ennesima aggressione verbale e fisica perpetrata dal giovane che, al fine di costringere la vittima a consegnargli denaro contante, le si è avventato contro, percuotendola.
La malcapitata, soccorsa da personale del 118 intervenuto sul posto, e successivamente condotta presso il pronto soccorso dell’Ospedale “San Pio” di Castellaneta, è stata medicata e giudicata guaribile in 20 gg per fratture alle costole. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Taranto.

Vota questo articolo
(0 Voti)