Giovedì, 29 Settembre 2022

    I Carabinieri sospendono l’attività di un bar del borgo di Taranto. Due denunciati In evidenza

    Nel più ampio quadro delle attività volte a garantire un’estate sicura anche nei settori della sanità e del lavoro, i Carabinieri della Compagnia di Taranto hanno intensificato l’attività di contrasto alle varie forme di illegalità operando anche unitamente a personale del Nucleo Antisofisticazioni e del Nucleo Ispettorato del Lavoro jonici, con cui hanno sottoposto a controllo alcuni esercizi commerciali del quartiere Borgo.

    Il servizio, finalizzato a verificare il rispetto delle normative sulla sicurezza sul lavoro e la corretta conservazione di cibi e bevande, si è concentrato su un bar al cui interno sono state constatate numerose e gravi mancanze igienico-sanitarie nonché afferenti la normativa giuslavoristica, tanto che è stato adottato il provvedimento della sospensione cautelare dell’attività e sono state comminate varie ammende e sanzioni amministrative. All’interno dell’esercizio, è stata riscontrata la presenza di una donna – beneficiaria del reddito di cittadinanza - intenta a prestare attività lavorative in assenza di un regolare contratto di assunzione. A seguito delle verifiche, la donna, 22enne del luogo, è stata denunciata a piede libero per indebita percezione del citato sostegno economico, mentre il titolare, 49enne tarantino, è stato deferito in stato di libertà per mancata nomina del medico competente, mancata visita medica di idoneita' dei lavoratori, mancata formazione ed informazione sui rischi, omessa valutazione dei rischi e impiego di lavoratore in nero. Nel medesimo contesto, i militari hanno:
    - deferito in stato di libertà:
    nel corso di un posto di controllo, per porto abusivo di arma bianca, un 24enne tarantino, il quale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico;
    per ricettazione, un 22enne del luogo, fermato alla guida di uno scooter privo di targa risultato provento di furto consumato nel maggio scorso;
    per rissa, 4 uomini residenti nel Rione Salinella che per futili motivi si sono percossi vicendevolmente riportando lesioni, nel più grave dei casi, giudicate guaribili in 30 giorni salvo complicazioni;
    - arrestato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso per il reato di appropriazione indebita, un 72enne tarantino che sconterà una pena residua di 4 mesi di reclusione agli arresti domiciliari.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati