Venerdì, 19 Agosto 2022

    Settecentotrenta visitatori per le due giornate Fai tarantine In evidenza

    Ancora una volta i tarantini hanno apprezzato l'iniziativa delle Giornate d'Autunno, organizzate dal Fai. In due giorni sono stati registrati circa 500 visitatori a Taranto per Palazzo Fornari, 150 a Torre Colimena e 80 a Laterza.

    «Dati incoraggianti - dichiara Giacomo Scarfato, Capo Delegazione FAI Taranto - in questo momento di ripresa. Abbiamo avuto il piacere di collaborare con la Croce Rossa di Taranto e inoltre, un sentito ringraziamento va ai Carabinieri della Stazione San Cataldo, in particolare al Comandante Tomasi, per la gradita ospitalità». L'evento ha goduto del patrocinio dei comuni di Taranto, Laterza e Manduria. Le Giornate FAI d’Autunno chiudono la Settimana Rai di Sensibilizzazione dedicata ai beni culturali.

    Taranto, in Città Vecchia il gioiello chiamato Palazzo Fornari

    Palazzo Fornaro, detto anche Fornari, si innalza su via Duomo, all'angolo con la postierla via Nuova. La sua origine è databile intorno ai secoli XVI e XVII e attualmente ospita la caserma dell'Arma dei Carabinieri, in Città Vecchia. Le visite si sono svolte negli ipogei, circa 14 metri sottottera e nel primo piano del palazzo, ammirando i soffitti dipinti e le porte originali settecentesche. Sicuramente usati come magazzino per le merci, sulle pareti degli ipogei sono visibili tracce dei tanti interventi umani nell'uso secolare degli ambienti. Particolare curiosità, desta una piccola scultura, detta “L'Aùre”, uno spiritello, tipico delle credenze popolari, che abita le case e fa piccoli dispetti.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati