Domenica, 07 Agosto 2022

    ArchiTA, il Festival del Teatro Antico dal 29 al 31 ottobre In evidenza

    Ancora pochi i posti disponibili per ArchiTa, il Festival del Teatro Antico. Dal 29 al 31 ottobre, eventi, ma anche visite guidate a palazzo Amati e laboratori di archeologia sperimentale per adulti e bambini: un’offerta culturale di altissimo livello per una tre giorni imperdibile.

    Un cartellone che vanta spettacoli di levatura nazionale, ai quali si accede gratuitamente e su prenotazione. «Stiamo registrando un entusiasmo straordinario» commentano gli ideatori e direttori artistici Fabrizio Iurlano dell’associazione Manifesto della Città Vecchia e del Mare e Promo Art e Gianluca Guastella presidente della Cooperativa per i servizi archeologici Polisviluppo. «Questo Festival rientra in un progetto più ampio di valorizzazione dei luoghi e della nostra identità». Non casuale, la scelta delle location: il Mudi, il Museo Diocesano, per ospitare gli spettacoli e Palazzo Amati, sede di Ketos, il Centro Euromediterraneo del Mare e dei Cetacei in cui si terranno le visite guidate e i laboratori. Info e prenotazioni Festival: 388.7848371 oppure 333.3716581.

    Gli spettacoli

    - Venerdì 29 ottobre di scena “Corri Dafne”, tratto dalle Metamorfosi di Ovidio. A seguire “Antigone o l’alba dei diritti”, reading teatrale su testo di Brecht dell’Antigone di Sofocle, produzione Teatro delle Forche. Infine, “Kore”, ispirato al mito di Peséfone, produzione del Teatro delle Forche. Sipario spettacoli ore 19:30.

    - Sabato 30 ottobre sarà la volta de “Il Sacrificio di Ifigenia” produzione ArchiTa Festival. A seguire, “L’Amor che move il sole e l’altre stelle”, musica antica e lecturae Dantis.

    - Domenica 31 ottobre, infine, “Taras. Un teatro tra i due mari”, visita guidata con narrazione teatralizzata.


    Le altre attività
    Venerdì 29 e sabato 30 a Palazzo Amati: dalle 17:30 in poi visite guidate al Ketos (Centro Euromediterraneo del Mare e dei Cetacei). Dalle 18:30 e dalle 19.00: "La maschera nel teatro greco", laboratorio di archeologia sperimentale.

    Domenica 31: dalle 18:30 in poi visite guidate al Ketos (Centro Euromediterraneo del Mare e dei Cetacei).

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati