Martedì, 05 Luglio 2022

    Dopo la sparatoria, si è riunito in Prefettura il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

    Seduta del Comitato provinciale  per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica  questa mattina, presso la Prefettura, presieduta dal Prefetto Demetrio Martino. L'incontro è stato convocato  per una approfondita valutazione dello stato complessivo della sicurezza pubblica nel Capoluogo, anche alla luce del recente episodio criminoso verificatosi nel centro cittadino e che ha procurato il ferimento, da colpi di arma da fuoco, di due Agenti della Polizia di Stato.
     
    Preliminarmente, il Prefetto personalmente e insieme ai componenti il Consesso, hanno voluto esprimere solidarietà al Questore di Taranto e manifestare il loro  pieno apprezzamento alle donne e agli uomini della Polizia di Stato, per il quotidiano incessante impegno, la qualificata professionalità e la generosità a garanzia della sicurezza di tutti i cittadini e per avere, nell'immediatezza, individuato ed arrestato la persona ritenuta responsabile dell'efferato crimine.

    In particolare, il Prefetto ha voluto rivolgere espressioni di stima e gratitudine nei confronti degli agenti di Polizia rimasti feriti a causa della cieca violenza del soggetto che, peraltro,  ha agito sotto l'effetto di stupefacenti.

    L'episodio  in questione  ha evidenziato e richiamato  la necessità di continuare a profondere  ogni sforzo  per contrastare  due  fenomeni   di  rilievo  nell'ambito del controllo del territorio: lo spaccio e l'uso  di stupefacenti e la disponibilità di armi da fuoco,  che formano un binomio  di  assoluta pericolosità  per qualsiasi comunità.

     Dall'approfondimento della situazione di contesto e nel prendere atto dell'intensa e continua attività messa in campo dalle Forze dell'Ordine, nel tarantino  come, peraltro, dimostrano i ripetuti e lusinghieri risultati conseguiti nelle iniziative di prevenzione e repressione, si è condivisa l'esigenza di  rafforzare, ulteriormente, le azioni di prevenzione generale per contrastare con maggior forza  le attività criminali in argomento.

    In conseguenza, si è  valutata positivamente  l'utilità  operativa  di interventi di "alto impatto", in aggiunta  ai servizi di prevenzione già in atto,  anche mediante il  potenziamento delle  attività  info-investigative, e l'ausilio  delle componenti di specialità delle Forze dell'Ordine,  per  realizzare azioni  mirate al contrasto del traffico e  spaccio  di sostanze stupefacenti e con particolare attenzione al sequestro delle armi  illegali  detenute nel territorio provinciale.

    Alla riunione sono intervenuti il Questore Massimo Gambino, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri Gaspare Giardelli e della Guardia di Finanza Massimo Dell'Anna.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur3.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati