Giovedì, 29 Settembre 2022

    Taranto, i precari di Sanitaservice tornano a protestare

    Nuova protesta nella mattinata del 27 giugno da parte dei quarantasette precari della Sanitaservice che hanno occupato la sede della Asl di Taranto. I lavoratori chiedono un contratto a tempo indeterminato.

    “È un loro sacrosanto diritto, perché questi ragazzi sono stati usati e sfruttati durante la pandemia quando tutti scappavano -dichiara il coordinatore provinciale dell’Usb, Franco Rizzo-. Alla scadenza del contratto, contrariamente alle altre Sanitaservice regionali, ai nostri lavoratori non è stata data la possibilità di essere stabilizzati. Come Usb abbiamo avviato una serie di interlocuzioni con la Asl di Taranto e con la Regione Puglia, ci sono state date rassicurazioni, ma in cinque mesi non si è mosso nulla e quindi continueremo con questa battaglia finché non ci sarà giustizia sociale nei confronti di queste lavoratrici e lavoratori”. Dopo la manifestazione, i sindacalisti hanno incontrato il direttore amministrativo dell’Asl jonica, Vito Santoro, alla presenza del consigliere del Presidente della Regione Mino Borraccino e del consigliere comunale Lucio Lonoce.

    Vota questo articolo
    (1 Vota)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati