Martedì, 29 Novembre 2022

    Protesta Isolaverde: lavoratori incatenati davanti la Prefettura, un operaio minaccia il suicidio

    I lavoratori della società partecipata della Provincia, “Taranto Isolaverde”, vivono ormai da mesi in una situazione di estremo disagio. Da circa 5 mesi senza stipendio, continuano a protestare davanti la sede della Prefettura, in attesa che le istituzioni prendano in seria considerazione la loro vertenza.

    Sono disperati i dipendenti di “Taranto Isolaverde” che anche questa mattina, giovedì 3 settembre, hanno bloccato l'ingresso di Palazzo di Governo in via Anfiteatro. Alcuni operai si sono infatti incatenati in segno di protesta. Mentre si contano 4 persone sul tetto del Palazzo. Uno di loro, minaccia il suicidio. Sul posto sono ora impegnati i Vigili del Fuoco, che stanno provvedendo ad allestire sul Lungomare un materasso gonfiabile, per evitare episodi tragici nel caso in cui l'uomo che cammina in bilico sul cornicione cada. Sono in tutto un centinaio i lavoratori che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro. Senza stipendio da 5 mesi, pretendono risposte dal Presidente della Provincia Martino Tamburrano, il quale, a loro dire, «con troppa leggerezza ha messo in liquidazione l'azienda e avviato le procedure di mobilità dei dipendenti».
    Non è la prima volta che i lavoratori della società inscenano gesti eclatanti come questo. Sono infatti mesi che i dipendenti, ormai esasperati, tentano di richiamare l'attenzione sulle loro difficoltà economiche. I lavoratori che si occupavano di servizi di uscierato, pulizie e manutenzione di scuole e strade del territorio provinciale, hanno una famiglia da mantenere. Nel mese di luglio, una decina di operai occuparono anche il deposito della società Isolaverde sulla Strada Statale 106, senza senza mangiare né bere.
    Ancora una volta denunciano lo scarso interesse delle istituzioni nei loro confronti. Nonostante i ripetuti confronti tra Regione e Provincia, le loro richieste sono rimaste inascoltate. Dopo l'annunciato impegno della Provincia a trovare soluzioni atte a salvaguardare i posti di lavoro, i sindacati pretendono lo sblocco di 950.000 euro, fondi residui della gestione del ciclo rifiuti, per utilizzarli a favore degli operai.
    Intanto per venerdì 4 settembre è previsto un incontro in Provincia, tra sindacati, il Presidente Martino Taamburrano ed il Cda della società “Taranto Isolaverde”.

     

    Foto VideoM

    {gallery}isolaverde_3sett:::0:0{/gallery}

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati