Martedì, 29 Novembre 2022

    Vertenza Isolaverde, Filcams Cgil: «serve concretezza» In evidenza

    La Cgil interviene sulla vertenza della partecipata della Provincia, Taranto Isolaverde, auspicando che il tavolo permanente produca soluzioni concrete. I lavoratori, che da prima dell'estate protestano, sono senza stipendio da piú di cinque mesi. 

    Un tavolo permanente per la sorte dei 231 lavoratori di Taranto Isolaverde per evitare di aggiungere sofferenza in un territorio già profondamente segnato. La sorte della partecipata della Provincia è ad un passo dalla svolta. Da lunedì pomeriggio chi ha responsabilità, a cominciare dal presidente Tamburrano, sarà chiamato a contribuire per il futuro di decine di famiglie del territorio.
    «Basta proclami e annunci, basta dichiarazioni e prese di posizione. Si deve fare qualcosa di concreto, qualcosa che possa alleviare la sofferenza di lavoratori che sono senza stipendio da cinque mesi e che vedono ormai la loro condizione esistenziale appesa ad un filo», commentano Giovanni D’Arcangelo e Paola Fresi, dalla segreteria della Filcams Cgil di Taranto.
    «I lavoratori di Taranto Isolaverde hanno svolto in questi anni un lavoro di pubblica utilità per l’intera provincia di Taranto e non si può non guardare in quella direzione, ma ci auguriamo che indicare semplicemente Enti che si facciano carico dei lavoratori, senza una progettualità, una visione a lungo termine che garantisca ai dipendenti della partecipata tarantina il giusto respiro, non sia l’unico modo per risolvere il problema. Il nostro territorio – concludono i segretari – ha bisogno di uno sguardo d’insieme capace di generare speranza e non visioni miopi che generano disperazione».

    Vota questo articolo
    (1 Vota)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati