Martedì, 29 Novembre 2022

    Vestas e Marcegaglia, Fim, Fiom e Uilm: «incontro al Mise deludente, assente la Regione Puglia» In evidenza

    Nella giornata di martedì 8 Settembre si è tenuta una riunione riguardante la situazione dell’azienda Marcegaglia Buildtech di Taranto, ed un incontro riguardante la situazione Vestas. Per i sindacati di Fim, Fiom e Uilm, bisogna mantenere alta l'attenzione per garantire dignità ai lavoratori.

    Alla riunione Marcegaglia erano presenti Manuela Gatta del Mise, i Rappresentanti dell'azienda Fabrizio Prete ed Maurizio Dottino, Giorgio Meschieri di Confindustria Taranto le Segreterie nazionali e territoriali di Categoria (Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil) nonché le Rsu. Durante la riunion i Rappresentanti dell’Azienda hanno dato informativa sulla situazione aziendale, un nuovo incontro è stato aggiornato al giorno 16 settembre p.v. alle ore 11.00 presso il Ministero del Lavoro. Il tavolo presso il Mise rimane aperto per seguire l’evolversi della vicenda.
    Per la vertenza Vestas, l'avvocato Enrico Claudio Schiavone in rappresentanza dell'azienda, ha ribadito l'impegno della Vestas Blades a formulare proposte occupazionali a tre operai entro la scadenza del periodo di Cassa integrazione (30 dicembre 2015). Mentre per Vestas Nacelles, si formulerà un ulteriore proposta occupazionale per una unità da parte di Vestas Italia. Inoltre, è stato dichiarato che per Vestas Nasells in liquidazione, l'incentivazione all'esodo concordata fino al 30 settembre 2015, verrà incrementata di tre mensilità di paga di base secondo i parametri previsti dall'accordo del 2013. Si riducono dunque a 10 le unità lavorative non ricollocabile.
    Vestas e Marcegaglia rappresentano due vertenze importanti per il territorio di Taranto e vanno trattate con la massima attenzione istituzionale. In ballo c’è il futuro di cento famiglie (16 Vestas e 84 Marcegaglia). Motivo per cui le Organizzazioni sindacali ribadiscono la necessità di un coinvolgimento della Regione alla questione.
    «All’incontro odierno, presso il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), Fim, Fiom e Uilm hanno riscontrato l’assenza da parte dei rappresentanti della Regione Puglia i quali, nonostante i vari inviti ricevuti dalle organizzazioni sindacali, ancora una volta hanno disertato il tavolo», si legge in una nota congiunta a firma di Berrettini, Romano e Amatomaggi, rispettivamente segretari provinciali di Fim, Fiom e Uilm.
    Lo scorso 27 luglio, infatti, i sindacatim con una lettera inviata al Presidente della Regione Michele Emiliano, agli assessori regionali allo Sviluppo Economico Loredana Capone e al Lavoro Sebastiano Leo, hanno chiesto un incontro urgente per analizzare ogni eventuale soluzione possibile utile a fronteggiare vertenza Marcegaglia Builtech (stabilimento di Taranto), alla luce anche degli impegni assunti da rappresentante della Regione all’incontro del 21 luglio presso il Mise.
    Ad oggi «registriamo la totale e ingiustificata assenza a tutti i livelli da parte dei rappresentanti regionali, ai quali, ancora una volta, rivolgiamo un accorato appello, affinché incontrino, con urgenza, le nostre organizzazioni sindacali evitando ulteriori ripercussioni negative in termini occupazionali, in un territorio già gravemente compromesso».
    Fim, Fiom e Uilm considerano pertanto gli incontri odierni al Mise (per Vestas e Marcegaglia) «assolutamente interlocutori e deludenti in attesa di nuovi rapidi aggiornamenti».

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati