Giovedì, 29 Settembre 2022

    Taranto, vacilla il piano salvezza. Urge una sterzata decisa

    Foto Ufficio stampa Palermo Foto Ufficio stampa Palermo

    Il tonfo di Palermo è di quelli che rischiano di lasciare il segno. La sconfitta ci può stare, i rosanero hanno un organico di tutto rispetto, ma il Taranto uscito dal “Barbera”con cinque gol sul groppone mette davvero paura.

    La squadra di Laterza appare ormai seduta, stretta nella morsa di una crisi inarrestabile che di questo passo porta dritto ai playout. Il Covid ha reso ancora più precaria la condizione fisica del gruppo, in palese affanno, ma a fare da freno è anche l’aspetto mentale legato all’assenza di vittoria. A Palermo il Taranto ha imbarcato acqua in tutti i reparti (la difesa un colabrodo) facendo vacillare il piano salvezza, con sei gare ancora da giocare (tre in casa e tre fuori). Tra quelle pericolanti è la squadra che fa più fatica a muovere la classifica dando l’impressione di aver perso l’orientamento, di aver smarrito ogni certezza. La strada è in salita anche a causa di un calendario fitto di impegni per via dei recuperi, ma gli uomini di Laterza hanno l’obbligo di rialzarsi e di credere nel raggiungimento della quota permanenza. Occorre però una sterzata decisa, da gruppo maturo, con gli attributi e con un pizzico di orgoglio. Cambiando magari anche atteggiamento tattico, vista l’improduttività del modulo a trazione anteriore (si potrebbe passare al più equilibrato 4-4-2). Ci sarà tempo per i processi (i colpevoli non mancano), adesso bisogna provare solo a salvare la categoria, quella C che non deve affatto sfuggire.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati