Stampa questa pagina

Laterza saluta: “Quest’anno non ho sentito il fuoco dentro”

By Enrico Sorace Giugno 04, 2022

L’ormai ex tecnico del Taranto, Giuseppe Laterza, ha parlato in conferenza stampa per salutare la stampa e la città dopo l’addio già annunciato nei giorni scorsi. “Da questa esperienza esco cresciuto e migliorato.

Sono arrivato da dilettante e lascio da professionista e il merito è di tutti: della società con in testa il presidente Giove e il direttore Galigani, della stampa, dei tifosi -ha dichiarato un emozionato Laterza-. Ho sempre lavorato cercando di dare il massimo e se abbiamo fatto un bel percorso devo ringraziare i calciatori, il mio staff, i collaboratori della società, il diesse Montervino con il quale ci siamo uniti tantissimo centrando gli obiettivi prefissati. Perché vado via? Rispetto alle passate stagioni, quest’anno ho avvertito sensazioni diverse e non volevo prendere in giro nessuno. Non mi sono sentito il fuoco dentro ed era mia intenzione lasciare un bel ricordo. Qualche settimana fa incontrai Pellegrino, poi ho sentito telefonicamente Dionisio in attesa di un appuntamento ma mentre ero in vacanza ho deciso di fare un passo indietro. Mi porto dentro tanto ricordi: il più bello le 15mila persone che ci hanno atteso allo stadio dopo la vittoria del campionato di serie D, ma anche i 12mila spettatori contro il Bari e l’applauso dei giornalisti in sala stampa dopo una vittoria. Il mio più grande rammarico? L’essere stato troppo testardo in alcune situazioni -ha aggiunto Laterza-. Auguro al Taranto le migliori fortune, sperando che presto raggiunga le categorie che più gli competono. Sono certo che il tecnico che prenderà il mio posto saprà farsi valere. La società in Dionisio e Di Costanzo avrà visto qualcosa di importante dopo quanto dimostrato a Brindisi”.

Vota questo articolo
(0 Voti)