Lunedì, 15 Agosto 2022

    Il Taranto pensa alla prossima stagione. In cantiere parecchie operazioni di mercato

    In casa Taranto si lavora sotto traccia in vista della nuova stagione sportiva. La società è impegnata a completare la pratica relativa all’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro da presentare entro il 22 giugno, mentre il diesse Dionisio e il tecnico Di Costanzo si muovono sul fronte mercato e ritiro.

    L’organico del Taranto verrà ristrutturato in tutti i reparti: numerosi gli adii ma anche i tagli decisi dalla dirigenza (in odore di rescissione Falcone, Pacilli, Civilleri e Tomassini) che allestirà un gruppo più giovane e in grado di farsi apprezzare anche dal punto di vista atletico. Diversi gli under già opzionati, alcuni dei quali diventeranno di proprietà del Taranto, che ha iniziato a ragionare in ottica plusvalenze.
    Ma sarebbero stati adocchiati pure degli over funzionali al nuovo progetto e al 4-4-2 di base che ha in mente Di Costanzo (l’alternativa è il 3-5-2). La spina dorsale del Taranto 2022/2023 (portiere, centrali difensivi, interni di centrocampo e centravanti) sarà formata da giocatori esperti, i più giovani verranno piazzati sugli esterni. Tra i baby che vestiranno ancora la maglia rossoblù figurano anche Mastromonaco e Santarpia. Rimarranno anche Diaby e Granata così come De Maria e Ferrara (non sono più under) quest’ultimo richiesto da qualche club. Si è parlato di una possibile cessione alla Ternana ma la trattativa sembra essersi raffreddata (col club umbro potrebbe nascere, comunque, qualche altra opportunità in entrata). In chiave over si cerca un portiere affidabile (Forte, Perina, Lewandowski, più il promettente Martorel le piste battute), si valuta la riconferma del difensore Zullo e sempre per il pacchetto arretrato piace Spinelli del Brindisi. Per il centrocampo si guarda all’argentino Capomaggio (Fasano), Labriola (sarebbe un ritorno), Esposito (Brindisi), mentre in avanti molto dipende dalle scelte di Saraniti e Giovinco. Entrambi sono ancora sotto contratto ma potrebbero decidere ci cambiare aria. Tra gli attaccanti seguiti c’è Rekik ex Brindisi e di proprietà del Giugliano. Completato, intanto, lo staff del tecnico Di Costanzo: il vice sarà Francesco Di Nardo, il preparatore dei portieri Vincenzo Marinacci, poi due preparatori atletici tra cui il riconfermato Francesco Rizzo. Scelto anche l’altro ma il nome non è stato ancora rivelato. Per quanto riguarda il ritiro, il Taranto dovrebbe prepararsi a Sturno in provincia di Avellino dal 20 luglio al 7 agosto. A giorni dovrebbe giungere l’ufficialità.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    almat.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati